Ciambelle fritte palermitane, la ricetta originale 0

Le ciambelle fritte palermitane sono morbidi dolci fritti che si trovano tutto l’anno in ogni bar, forno e pasticceria di Palermo e non solo. Ottime come accompagnamento di latte e tè, sono l‘ideale per ogni momento della giornata. Si distinguono dai famosi donuts americani in quanto non prevedono né uova e latte nell’impasto né glassatura. Buon appetito!

Ingredienti

  • 500 g Farina 00
  • 50 g Strutto
  • 50 g Zucchero
  • 250 g Acqua
  • 10 g Lievito di birra fresco
  • 10 g Sale
  • Zucchero semolato (per la copertura) q.b.

Preparazione

  1. Sciogliete il lievito di birra in metà d’acqua misurata.
  2. Setacciate la farina e preparare tutti gli altri ingredienti.
  3. Versate la farina e lo strutto nella ciotola ed iniziate ad amalgamare, aggiungete lo zucchero ed il sale, l’acqua con il lievito e continuare ad impastare, versate la restante acqua fino ad ottenere un composto omogeneo ma morbido.
  4. Trasferite sul piano di lavoro dare una forma uniforme e mettete a lievitare in una ciotola precedentemente unta con lo strutto e chiudete con un foglio di pellicola trasparente, anche questa andrà unta così quando il l’impasto sarà lievitato non si attaccherà e la pellicola si può levare tranquillamente.
  5. Lasciate lievitare fino al raddoppio, meglio dentro il forno spento e la luce accesa.
  6. Trascorso il tempo prendete l’impasto e rovesciatelo sul piano leggermente infarinato, piegate su se stesso per uniformare e staccare delle pezzature di 70 gr ciascuna, formate prima delle palline, poi con il dito bucate al centro di ogni pallina ottenendo la classica ciambella.
  7. Trasferitele su un canovaccio o una placca rivestita di carta forno e lasciare lievitare 60-80 minuti, dentro il forno con la luce accesa.
  8. Scaldate l’olio di semi, ritagliare la carta forno attorno alla ciambella ed immergere nell’olio, sfilare possibilmente con una pinza da cucina la carta e friggere le ciambelle velocemente e girandole spesso, tirare fuori dall’olio e mettere su un foglio di carta da cucina per eliminare l’olio in eccesso e passarle nello zucchero semolato.
  9. Le ciambelle fritte palermitane sono pronte per essere servite e gustate!
Articolo precedenteProssimo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular Topics

Editor Picks