Curiosità

Il cibo incontra la moda: accessori di gusto per un’aperitivo caucasico-siciliano a Palermo

single image

PALERMO.  Coniugare due punte di diamante: il cibo e la moda di due culture diverse. Culture  che profumano e che raccontano, nel gusto e nel colore, tutto il sapere, la passione e lo spirito della Georgia e della Sicilia più autentica. Un aperitivo con piatti della tradizione enogastronomica caucasica, alcuni rivisitati in chiave siciliana, per un piccolo assaggio delle creazioni di Tamar Kiri, stilista georgiana di adozione palermitana. L’evento è “Metamorfosi collection S/18“, ed è abbinato alla mostra fotografica della collezione curata da Paola Schillaci, che si svolgerà giovedì 21 giugno alle ore 18:00, in via Gaetano Daita, 12 a Palermo.

"/

Il cibo incontra la moda 

Fusione di armonie, usi, e costumi di due terre, come la Sicilia e la Georgia, che se pur tanto lontane, si intrecciano in maniera quasi perfetta, sofisticata, nuova, eccentrica per un look della donna di oggi. È il messaggio che vuole dare Tamar Kiria, georgiana di nascita e palermitana di adozione. Tamar è una stilista laureatasi e formatasi a Palermo, ma senza tralasciare le proprie origini.

"/

Un aperitivo per due tradizioni: caucasica e siciliana

“Ogni piatto georgiano è una poesia” diceva il drammaturgo russo Alexander Pushkin. Erbe selvatiche, spezie, ricette vegetariane sono alla base della cucina georgiana che incrocerà la strada dei sapori della tradizione gastronomica siciliana per un incontro dal gusto unico.

"/

L’aperitivo sarà realizzato dall’amica georgiana Salomè Pakeliani.

"/

“Metamorfosi collection S/18”

La mini collezione ha origine da uno studio approfondito di antichi mestieri e di materiali di qualità ricercata, applicati ed elaborati in maniera moderna per la moda attuale. Nel creare questi accessori si sono adoperati materiali come il feltro georgiano “Theka”, un tessuto ricavato da una lavorazione artigianale di infeltrimento della lana, con colorazione e tinteggiatura esclusivamente vegetale.

"/

Il feltro georgiano adoperato in questa collezione si distingue inoltre, per la miscelatura e l’inserimento di filati come il lino, la canapa, la seta, l’organza e il tulle. La lana adoperata è di qualità pregiata, come il cachemire, alpaca, merinos.

"/

L’intreccio dei diversi filati apportano agli accessori effetti particolari di luce e di colore. Ciò è dovuto anche al riciclaggio di pezzi di tessuti, che inseriti in modo opportuno, fanno diventare esclusivo, ogni singolo  accessorio, sia esso una borsa, una collana, o maglietta.

"/

“I manufatti realizzati con tale tecnica artigianale georgiana – spiega Tamar Kiria – ha trovato campo favorevole, intrecci e similitudini nella cultura dell’entroterra siciliana, ricca anch’essa di tradizioni tessili di ricamo e di particolari modi di intrecciare la lana ed altri filati”.

"/

“Tutto questo – prosegue la stilista – ha dato vita ad un’associazione di donne della provincia di Enna denominata Associazione a mani libere creazioni artigianali dal cuore della Sicilia. All’interno di tale associazione svolgo il mio lavoro e contribuisco con le mie idee e la mia formazione di stilista, all’attuazione di capi e manufatti caratterizzati dall’uso di materiale in rispetto della natura”.

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

3 × 2 =