Pellegrino, degustazioni sensoriali nel teatro naturale di Salina Genna a Marsala 0

MARSALA (Tp). Torna la rassegna culturale che unisce vino e arte nel Teatro a Mare Pellegrino 1880. Saranno ben dodici gli spettacoli della kermesse A Scurata memorial Enrico Russo, che prenderà il via da domani 22 luglio e si protrarrà sino al 30 agosto, nel magnifico scenario della storica Salina Genna a Marsala.

Questo luogo magico si trova nella riserva naturale dello Stagnone. Il manto bianco delle distese saline cangia in un rosa brillante al calare del sole. Un teatro naturale ed emozionante, sospeso sull’acqua e completamente ecologico poiché composto solamente da tufo, sale e legno.

Valorizzato naturalmente dalla suggestiva presenza dei fenicotteri diventa, così, un palcoscenico straordinario sul quale si incontrano l’emozione del vino e dell’arte, in pieno spirito Pellegrino. Start il 22 luglio con una degustazione sensoriale. A seguire La buona novella di Fabrizio De Andrè, concerto di Antonella Ruggiero.

La stagione curata dal Mac – Movimento Artistico Culturale di Marsala in partnership con Pellegrino – quest’anno si arricchisce con le degustazioni emozionali, previste anche nelle date del 2, 4 e 9 settembre. Un nuovo modo di interpretare e narrare il vino con racconti e letture che immergeranno gli ospiti nella storia del vino e della loro terra, in un viaggio inebriante tra bellezza e poesia.

Una voce sapiente inizierà a raccontare. Su questa prenderanno forma sogni narrati da marinai smarriti, amori perduti e mai ritrovati, aneliti di viaggi ancora da compiere o poesie da recitare. Le degustazioni emozionali saranno, così, gocce di sogno narrato ai cinque sensi e accompagneranno il vino delle Cantine.

«Questa manifestazione si basa su valori importanti come la promozione della bellezza, della cultura e del paesaggio a cui si aggiungono le idee e l’impegno di chi lavora – afferma Benedetto Renda, presidente di Pellegrino. Anche la nostra cantina si basa sugli stessi valori capaci di comunicare la forza e l’anima di un territorio che dalla terra, attraverso la vite, giunge al calice».

Cantine Pellegrino
In oltre 140 anni di storia ha scritto alcune delle pagine più belle dell’enologia della Sicilia. Realtà tra le più floride e importanti nel panorama vitivinicolo dell’isola, ancora oggi è guidata dai discendenti dei fondatori, giunti alla settima generazione. Famiglia, storia e territorio: sono questi i fondamenti su cui si basa il successo di Pellegrino, che da sempre punta alla valorizzazione del terroir e dei suoi vitigni autoctoni, investendo sia in cantina sia in vigna per la salvaguardia delle varietà più antiche del territorio. E si fa mecenate nella promozione di un territorio splendido come quello siciliano.

Per info:
www.scurata.it
www.carlopellegrino.it




Articolo precedenteProssimo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular Topics

Editor Picks