Nicola Fiasconaro a Dolce Pasqua: premiate a Roma le migliori colombe artigianali 0

MILANO. Giornata di premiazione, ieri pomeriggio a Roma (negli spazi del Centro Congressi Cavour), per il mondo della pasticceria d’autore. Sono stati infatti ufficialmente consegnati i riconoscimenti del contest nazionale Dolce Pasqua che, ideato e promosso da Gold Event Organization, nei giorni scorsi aveva chiamato all’appello ben 21 pasticceri invitandoli a cimentarsi nella realizzazione di una colomba pasquale, dolce ‘squisitamente’ tipico della nostra tradizione gastronomica.

Due le categorie per concorrere: ‘Colomba Tradizionale’ (ovvero fedele alla ricetta classica) e ‘Colomba Innovativa’ (che ammetteva varianti di realizzazione e ingredienti aggiuntivi, secondo l’estro del pasticcere). Una doppia regola – inderogabile – di partecipazione: le colombe dovevano essere prodotte utilizzando lievito madre e senza emulsionanti.

A decretare la vittoria, una giuria composta da chef, maitres patissiers, giornalisti enogastronomici, noti gourmet. E a far da garante ai giurati è stato chiamato un simbolo della pasticceria Made in Italy: il Maestro Pasticcere siciliano Nicola Fiasconaro, presente anche ieri pomeriggio alla cerimonia di premiazione.

Per la cronaca, questi i vincitori:

Categoria ‘Colomba Tradizionale’:

  • 1° classificato: Alessandro Marigliano, della Dolceria I Marigliano di San Giuseppe Vesuviano (NA)
  • 2° classificato: Giuseppe Mascolo, della Pasticceria Mascolo di Visciano (NA)
  • 3° classificato: Andrea Barile, della Pasticceria Terzo Millennio di Foggia

Categoria ‘Colomba Innovativa’:

  • 1° classificato: Giuseppe Mascolo, della Pasticceria Mascolo di Visciano (NA), che ha dunque inanellato un bel bis
  • 2° classificato: Fiorenzo Ascolese, del Panificio Ascolese di San valentino Torio (SA)
  • 3° classificato: Francesco Di Rosa, della Pasticceria Di Rosa di Guglielmo in Campania (NA)

Un premio speciale per il miglior packaging è andato a Gennaro Langellotti, Pastry Chef della Pasticceria Gallucci di Nola (NA). A tutti i partecipanti, un attestato di riconoscimento.

 

 

Articolo precedenteProssimo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular Topics

Editor Picks