Moltivolti inaugura un’area bistrot a Palazzo Steri: sarà aperta fino al 10 luglio 0

PALERMO. Fino al dieci luglio sarà possibile gustare tanti golosi piatti di Moltivolti. Il tutto godendo di uno spazio fresco e colorato all’interno dei giardini del complesso monumentale dello Steri. Scegliendo che documentario guardare tra oltre 50 diverse proiezioni tra film in concorso e fuori concorso. È arrivata la diciassettesima edizione del Sole Luna doc Film festival; fino al 10 luglio a Palermo all’interno del complesso monumentale di Palazzo Steri, insieme ad una gustosa novità.

L’angolo Bistrot a cura di Moltivolti

Ristorante e impresa sociale che fa della cucina Mediterranea internazionale il suo mantra politico. Per l’occasione lo chef Antonio Campo ha messo a punto uno speciale menù dove non mancano divertenti riferimenti cinematografici e piatti freschi e colorati.

Le serate al Sole e Luna scorrono piacevoli tra piatti golosi, drink rinfrescanti, aperitivi al tramonto insieme ad un programma ricchissimo che offre molti spunti di riflessione per raccontare e conoscere il tempo che viviamo.

Oltre cinquanta proiezioni e tanti eventi

Si parte da un focus sullo scioglimento dei ghiacciai a cura del fotografo Fabiano Ventura, per arrivare agli omaggi speciali a Letizia Battaglia, Pier Paolo Pasolini e Vittorio De Seta; interessantissima anche la presentazione del progetto Navire Avenir in collaborazione con l’Institut francais e il Goethe Insitute.

Fino al 10 luglio sarà dunque possibile

Godere di cinquanta diverse proiezioni; partecipare a differenti talk dedicati alle tematiche ambientali e sociali; ammirare le bellezze monumentali dello Steri; conversare tra un film e l’altro nella nuova area bistrot ricavata nei giardini del complesso monumentale in compagnia delle colorate proposte gastronomiche di Moltivolti. Puntano a interpreta il costante dialogo tra i Paesi del Mediterraneo.  

Per l’occasione si potranno gustare anche alcuni piatti dedicati al mondo del cinema come il “Gazpacho con crostini”, ispirato a “Donne sull’orlo di una crisi di nervi”. Completano l’offerta gastronomica: l’insalata di lenticchie, pomodoro, cipollotto e basilico e il carpaccio di anguria, con tuma locale, olive di ballarò e mentuccia. Non poteva certamente mancare il piatto simbolo di Moltivolti: il cous cous incocciato a mano e reso più goloso dalla rinfrescante presenza di mango e avocadi siciliani e primosale artigianale. 

“Con questo piatto, abbiamo voluto porre l’attenzione sulla sostenibilità ambientale e il risparmio idrico – racconta Antonio Campo, Che di Moltivolti -.Al contrario della pasta, che richiede molta acqua per la cottura, nel cous cous i liquidi utilizzati per la preparazione sono completamente assorbiti dalla semola, evitando così qualsiasi spreco.

I frutti esotici che abbiamo scelto sono coltivati in Sicilia da un nostro fornitore locale, quasi a km0, e il formaggio presente è prodotto da un allevatore che munge 500 pecore a mano nel suo piccolo caseificio artigianale  a Valledolmo.”

Scopri il programma completo del Sole Luna doc Film festival sul sito https://solelunadoc.org/ e vieni a provare le speciali proposte gastronomiche di Moltivolti in un ambiente fresco e rilassato.

Articolo precedenteProssimo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular Topics

Editor Picks