Duca di Salaparuta: cena di san Valentino tra vini e sensualità dei canti dei porti dei “Tango Disìu” 0

San Valentino 2019. È la festa di chi si ama. Anzi, forse sarebbe più giusto dire “di chi ama”. Come da tradizione il 14 febbraio è per tutti l’occasione giusta per dimostrare il proprio amore, trascorrere 24 ore fuori insieme o deliziarsi in una serata sentimentale, magari a cena, attorno ad una tavola abbellita a tema, pronti a degustare, in perfetti abbinamenti, cibi e vini, magari a forti tinte romantiche e afrodisiache, in piena armonia con chi ci accompagna.

Prima regola:
dimenticate il telefono

La prima regola che ci permettiamo di suggerire, oltre quella di non prendere altri appuntamenti se non con noi stessi, potrebbe essere banale e scontata, ma è di caratura fondamentale: dimenticate il telefono! Lo dovete a voi stessi, rispettatevi almeno per un giorno. Cacciate via la compulsione di controllare freneticamente quel display tra mail e chat e dedicatevi tout court alle coccole e al relax.

E allora diventa importante fare qualcosa di insolito, di nuovo. Qualcosa che fino ad adesso non avete mai vissuto.

Duca di Salaparuta: 195 anni di storia

A pochissimi chilometri da Palermo c’è una cantina meravigliosa, la Duca di Salaparuta, primo polo privato dell’intera regione, che dal 1824, legando il proprio nome a Corvo e Florio, rappresenta la tradizione enologica più riconosciuta e radicata della Sicilia.

Sede a Casteldaccia, ma possedimenti a Riesi (CL) con la Tenuta Suor Marchesa, a Passopisciaro, frazione di Castiglione di Sicilia (CT) con la Tenuta Vajasindi e a Salemi (TP) con la Tenuta Risignolo.

Tre tenute, tre terroir differenti

Tre diversi terroir che afferiscono ai vini peculiarità differenti rendendo ottimale ed eterogenea la produzione. “Duca Enrico”, il primo Nero d’Avola in purezza di Sicilia, totem dell’enologia siciliana ideato dal papà Giacomo Tachis, tanto per citare il portabandiera dell’azienda.

Poi ancora Bianca di Valguarnera, Nawàri, KadosColomba Platino, Passo delle Mule, e poi ancora i Marsala Baglio Florio e Donna Franca, fino ad arrivare al “monumentale” Aegusa.

“Tango Disìu” tra fado, tango
ed echi magrebini: forte sentore di Sicilia

Ecco, la cantina Duca di Salaparuta organizza un “14 febbraio” insolito dal titolo «Amor PerBacco, passione e sensualità della musica dei porti». Una festa dell’amore che va celebrata in ogni sua forma e libera dagli stereotipi. Una serata interamente dedicata alla passione e alla sensualità della musica con la compagnia Tango Disìu nella magnifica sala “Suor Marchesa(sopra nella foto) dal nome della tenuta di Riesi.

Le sonorità delle musiche dei porti del mondo e il sentimento che unisce i popoli del mare saranno il fil rouge dello spettacolo del gruppo. L’attenzione al porto – che sia di mare o quello dell’anima – è dovuta al fatto che è luogo d’incontro per eccellenza. Dal fado portoghese al tango argentino, dalla musica d’autore della tradizione italiana agli echi magrebini: tutto sempre con un forte e vivido sentore ancestrale di Sicilia.

Duca e Colapisci

Si tratta del secondo appuntamento dell’anno. Il primo è stato il 26 gennaio scorso ed è stato dedicato alla musica lirica. In programma, da qui e per tutto l’anno, tanti altri eventi: dai laboratori enogastronomici alle mostre fotografiche, continuando con l’inserimento di serate a tema con generi musicali sempre diversi.

La cena, curata dal ristorante Colapisci di Aspra, sarà servita ai tavoli, con la sola eccezione degli antipasti che saranno, invece, al buffet. I vini in abbinamento saranno una piacevole sorpresa, alla scoperta della produzione Duca di Salaparuta.

San Valentino: ecco il menù romantico delle Cantine “Duca di Salaparuta”

Al buffet

Antipasti
Mosaico di finger food
Tabulè di verdure
Julienne di calamaro croccante
Tortino di caponata
Pesce spada marinato con lamelle di ananas ed emulsione di mirtilli

Ai tavoli

Primo piatto
Lasagne di zucchine e salmone fresco

Secondo piatto
Involtino di pesce spada
Contorno di verdure

Dessert
Parfait di mandorle con colata di cioccolata calda

Ecco il programma(*) per intero della serata del 14 febbraio:

Ore 20.00: arrivo ospiti
Ore 20.30: visita guidata alle Cantine Duca di Salaparuta
Ore 21.30: cena accompagnata dai vini Duca di Salaparuta e Florio
Musica dal vivo di Tango DisìuLe Musiche dei Porti
(Silvia Frittitta, voce; Claudio Iandolino, basso; Francesco Maria Martorana, chitarra; Gaetano Motisi, sassofono).

Prezzo 45 euro a persona. Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti.

Per informazioni e prenotazioni:
Ufficio Hospitality | Duca di Salaparuta
visitaduca@duca.it | Tel. 091 945252
(*) Il programma potrebbe subire piccole variazioni.

Articolo precedenteProssimo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular Topics

Editor Picks