Domenica 26 Settembre 2021

Cantine di Nessuno, nasce Apum Brut Rosè

https://www.orogastronomico.it/immagini_news/02-08-2021/cantine-nessuno-nasce-apum-brut-600.jpg

CATANIA. Cantine di Nessuno, cantina etnea sul versante sud est dell’Etna, a Trecastagni, amplia la propria collezione di etichette con Apum Brut Rosè, Etna Doc Spumante, Metodo Classico, Millesimato 2018, da uve Nerello Mascalese.

Le nuove bollicine rosate vanno ad affiancare Apum Brut, il primo Etna Doc Spumante prodotto dall’azienda, millesimato, blanc de noir, realizzato da uve Nerello Mascalese (24 mesi e 48 mesi sui lieviti).

Si raggiunge così una produzione di bollicine pari a 10.000 bottiglie, un terzo della produzione totale, che prova quanto l’azienda creda nella potenzialità della tipologia sul territorio etneo.

“Apum Brut Rosè – afferma il produttore Seby Costanzo – nasce dalla voglia di offrire un’ulteriore espressione delle bollicine etnee. Uno spumante immediato, fresco, che non rinuncia alla propria riconoscibilità. Accanto al blanc de noir Apum Brut, il primo nato, mantiene la promessa dell’autenticità. In etichetta non cambia nulla, fatta eccezione per il colore che identifica le differenze. Color rame per Apum Brut Rosè, color argento per Apum Brut, 24 mesi sui lieviti ed infine ci sarà Apum Brut, 48 mesi sui lieviti con il colore oro”.

Le uve per la base spumante provengono da un vigneto che si trova ai piedi del Monte Gorna, di piu? recente impianto e coltivato con sistema a spalliera.

Qui l’azienda produce Nerello e Carricante destinati alla produzione degli Etna rosso (Nuddu), bianco (Nenti) e base spumante. “Scegliamo da qui le uve per Apum per l’esposizione e per le condizioni climatiche, che ci consentono di raccogliere uva un po’ in anticipo e con una spiccata acidità”.

Il nome Apum è il vezzeggiativo di papà, usato dalla piccola Chiara, figlia del produttore Seby Costanzo, nata mentre prendeva vita Cantine di Nessuno. “Un dono a mia figlia. A questo vino sono particolarmente legato”, afferma il produttore. Apum Brut Rosè, millesimato 2018, da uve Nerello Mascalese, racconta la spumeggiante visione della costa che, di fronte ai vigneti, si contrappone al maestoso vulcano. Carattere deciso e raffinato, dal naso fresco con note di piccoli frutti di bosco e minerali, molto sapido e di buona struttura. Immediato, piacevole e perfetto anche a tutto pasto.

  • Autore
Or use your account on Blog

Error message here!

Hide Error message here!

Forgot your password?

Or register your new account on Blog

Error message here!

Error message here!

Hide Error message here!

Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.

Error message here!

Back to log-in

Close