CIBO News ed eventi

“Una promessa è una promessa”: a Vico la sfida tra dieci grandi chef

single image

VICO. La passione per i sapori, il pieno rispetto dell’ingrediente con cura e semplicità. Lo stile elegante, il forte legame con il territorio, la sensazione di conoscere ogni elemento nelle sue note più profonde, l’incessante ricerca della perfezione. Doti che, certamente, non si mettono in valigia, ma le si portano nel cuore. Carmelo Trentacosti, executive chef del ristorante Cuvée du Jour dell’hotel Villa Igiea di Palermo è l’unico del Sud che ha partecipato a “Una promessa è una promessa”. Il pranzo che ha visto dieci grandi chef del panorama della cucina italiana, futuri stellati, tenutosi nel corso dell’evento Festa a Vico.

"/

Trentacosti, a Vico “Il risotto Terra d’Amare”

La stoffa del grande chef di certo non gli manca e il suo talento non è passato inosservato. Carmelo Trentacosti, executive chef del ristorante Cuvée du Jour dell’hotel Villa Igiea di Palermo, a Vico porta il suo concept di semplicità, rigore e rispetto della materia prima, realizzando un piatto sublime: il risotto Terra d’Amare. Un riso carnaroli gallo extra gran riserva con plancton, ricci di mare, formaggio di capra al latte crudo e mandarino verdello.

"/

Nei suoi piatti l’esaltazione delle materie prime, lasciandole sempre riconoscibili e sublimandole in creazioni ricercate. Dallo stile sobrio ma fortemente accattivante da un punto di vista sia del gusto che della presentazione.

"

A Vico la sfida tra dieci chef

A sfidarsi, le dieci migliori promesse del panorama nazionale. Coloro che guardano alla stella. I loro piatti sono stati giudicati da una giuria di giornalisti internazionale.

"/

In cucina Antonio Cuomo (Relais San Lorenzo e Ristorante Hostaria – Bergamo), Salvatore Avallone (Cetaria Ristorante – Baronissi), Salvatore Camedda (Somu Ristorante – San Vero Milis – Oristano), Carmelo Trentacosti (Cuvée du Jour del Grand Hotel Villa Igiea – Palermo), Cesare Grandi (La Limonaia – Torino), Giovanni Ricciardella (Cascina Vittoria – Rognano), Stefano Santo (Il Salviatino – Fiesolo), Gianni Dezio (Ristorante Tosto – Atri), Alberto Gipponi (Dina Ristorante – Gussago), Stephan Zippl (Ristorante 1908 – Bolzano), Augusto Valzelli (Ristorante La Porta Antica – Brescia).

"/

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

3 + diciotto =