Sensale, Patania e Ballarò connubio vincente: cena a sei mani a La Bottega di Licata 0

LICATA. Gioacchino Sensale, Giuseppe Patania e Max Ballarò. Storie diverse legate dalla stessa passione per la cucina, raccontata nel corso di una cena a sei mani dai tre chef. Un connubio vincente fra tradizione e modernità ha dato vita a un menù dai sapori autentici, realizzato con materie prime di qualità. La gourmet experience si è svolta presso La Bottega Ristorante del Relais Villa Giuliana a Licata in provincia di Agrigento. Un appuntamento che si rinnova ogni anno anche con l’Associazione Italiana Sommelier e che quest’anno ha visto alla presenza dell’Ambasciatore del Gusto Gioacchino Sensale.

Sensale, Patania e Ballarò

Nuove combinazioni di gusto e la passione per il dettaglio. Tre storie che si incontrano, sei mani che creano. Sei mani, sei portate e sei vini in abbinamento hanno dato vita alla serata “I sapori di Terramare”.

Da sinistra: Gioacchino Sensale, Max Ballarò e Giuseppe Patania

Tre storie, tre stili, tre interpretazioni

Il padrone di casa, lo chef Giuseppe Patania, vanta un’esperienza al Verdura Resort.

"
Da destra Max Ballarò e Gioacchino Sensale

Insieme a lui l’Ambasciatore del Gusto Gioacchino Sensale. La sua è una cucina innovativa, molto attent a quello che è il DNA gastronomico del territorio, che piace molto sia a chi ha il palato curioso di novità, sia a chi ama mangiare in modo più tradizionale.

A completare il trio lo chef favarese Max Ballarò, primo italiano nella classifica mondiale del concorso Expogast. Si è piazzato 14esimo su 108 concorrenti all’expogast villeroy & boch – culinary world cup tenutosi in Lussemburgo.

Il menù è accattivante: mostra abbinamenti stuzzicanti, esaltati al gusto dalle materie prime, ben bilanciati.

"/

I vini abbinati ai piatti proposti: Blanc de Nours Brut Nature (Beaufort Frères), Carjcanti (Vini Gulfi), D.ZEro (Az. Agr. G. Milazzo), Le petit Beaufort vini effervescenti deni sec réserve (Domain Alice Beaufort), Oi (Bonsignore Baglio e Vigne), Quarant’anni Riserva (Colomba Bianca), Santagostino (Firriato Winery).

Si comincia con una Variazione di Sushi accompagnato da un cocktail Bellini di Bonsignore Baglio e Vigne, per proseguire con una Coupelle di gambero rosso di Marsala con ricotta di pecora mantecata al basilico e tonno rosso su cialda di frolla salata entrambi praparati da chef Patania.

"
Coupelle di gambero rosso di Marsala con ricotta di pecora mantecata al basilico e tonno rosso su cialda di frolla salata

L’antipasto proposto dall’Ambasciatore del Gusto, lo chef Sensale segue il tema della serata e unisce il sapore dei legumi nostrani con quello del mare. Ecco la sua Lenticchia di Ustica con guazzetto di vongole e foglioline di polpo croccante.

"
Lenticchia di Ustica con guazzetto di vongole e foglioline di polpo croccante

Si continua con un primo piatto che viene fuori dall’estro e dall’esperienza del padrone di casa. Anche lui mette insieme i sapori del mare e della terra: chef Patania propone infatti i Cappelletti ripieni di Baccalà e tartufo nero ragusano, affogati su bisquet al gambero bianco di Licata.

"/
Cappelletti ripieni di Baccalà e tartufo nero ragusano, affogati su bisquet al gambero bianco di Licata

Il secondo piatto è invece una triglia proposta dall’Ambasciatore del Gusto Gioacchino Sensale, un piatto che sposa elementi diversi e fa parlare i territori: Filetto di triglia di scoglio con cipolla rossa al sale di Mothia, humus di fava larga di Leonforte e polvere e olio al timo.

"/
Filetto di triglia di scoglio con cipolla rossa al sale di Mothia, humus di fava larga di Leonforte e polvere e olio al timo

I dessert della serata sono invece affidati allo chef Max Ballarò. Si apre con un pre-dessert composto da Sedano candito con gelè di mandarino e pandoro sifonato.

"
Sedano candito con gelè di mandarino e pandoro sifonato

Per continuare con il sottobosco: Semifreddo alla cannella e ginepro, crumble vaniglia e cioccolato, meringhe croccanti, spugne al pistacchio e fiori eduli.

"
Semifreddo alla cannella e ginepro, crumble vaniglia e cioccolato, meringhe croccanti, spugne al pistacchio e fiori eduli
Articolo precedenteProssimo articolo
Una giornalista di “vecchia” generazione visto come corono i tempi! Germana Bevilacqua è una giornalista professionista palermitana, si è formata nella carta stampata a cui si è dedicata per circa 20 anni. Inizia a scrivere e collaborare con varie testate ragionali all’indomani del diploma, spinta dalla passione per questo mestiere e dal sogno di entrare in una redazione. Nel 2001 a soli 25 anni entra a far parte della redazione catanese del Quotidiano di Sicilia nel ruolo di operatore redazionale, una mansione che le permette di scoprire come “si fa” un giornale cartaceo dalla realizzazione degli articoli, alla correzione delle bozze, all’impaginazione fino alla rotativa. Nel 2014 ritorna a Palermo, la città da cui non si è mai veramente staccata, e per due anni collabora con un mensile siciliano che si occupa di agricoltura professionale. Nel 2016 inizia la sua esperienza con l’editoria on line, dapprima sul sito Blog.it dove si occupa dell’informazione generalista per poi approdare alla direzione di Sicilianews24, una testata on line regionale presente sul territorio dal 2009. La sua nuova avventura riguarda adesso il mondo del food a fianco di Federica Terrana e di tutto il team di Orogastronomico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular Topics

Editor Picks