Itinerari di gusto

“Ciauru ri astrattu”, cooking show e laboratori per celebrare il concentrato di pomodoro. Tra gli ospiti, Martina Caruso del “Signum”

single image

ASPRA (Pa). Mancano ormai davvero pochissime ore allo start di “Ciauru ri astrattu”, manifestazione che giunge alla terza edizione, organizzata dall’Associazione Culturale Altura, che si occupa di riqualificazione e promozione del territorio, in collaborazione con l’assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea della Regione siciliana, con il Comune di Bagheria, la Pro Loco di Aspra e il Gac Golfo di Termini Imerese.

“Astrattu”: solo pomodoro, sole e sale

Tutto è pronto al Piano Stenditore di Aspra, piccolo borgo marinaro alle porte di Palermo. Domenica 8 e lunedì 9 settembre, infatti, per la gioia di grandi e piccini, sarà celebrata la tradizione della preparazione del concentrato di pomodoro, per tutto l’anno immancabile “preparato” in ogni tavola siciliana che si rispetti.

Pomodoro, sole, sale. Sono solo questi tre gli ingredienti semplici e indispensabili che costituiscono le basi fondamentali per generare un buon estratto. A ciò si affiancano i movimenti sapienti delle mani esperte delle donne di Aspra, che da generazioni tramandano questa preparazione.

Per due giorni interi, dunque, in questa piccola frazione di pescatori, storie, leggende e aneddoti sulla preparazione dell’estratto si intesseranno con storie, leggende e aneddoti della vita di mare, principale sostentamento della borgata e, a far da collegamento tra il pomodoro e il mare, sarà il sale.

(A sx, Claudio Oliveri de “I Sapori di Donna Concetta”; a dx, Fabio Potenzano di “Tutti a Tavola”)

Undici chef locali,
quattro gli ospiti per i “lab”

Un ruolo importante avranno ben undici chef del territorio che saranno all’opera per mostrare in che modo si utilizza l’astrattu e in quali pietanze tipiche siciliane risulta di fondamentale importanza per la buona riuscita del piatto stesso. Saranno Giovanni Inzerillo (Colapisci); Domenico Balistreri (Sapore di Mare Ristorante Aspra); Maurizio Panzica (Ricci e Capricci); Saverio Greco (VintiReci); Fabio Potenzano (Tutti a Tavola); Claudio Oliveri (i Sapori di Donna Concetta); Franco Crivello (Francu ù Piscaturi); Simone Fera (Bistrot 144); Giuseppe Migliazzo e Sandro Cicero (Ristorante Palazzaccio); Maurizio Balistreri (Al Faro Verde); Carmelo Ventimiglia (Il Corallo).

(a sx, Valentina Vitale; sopra a dx, Giulia Monteleone; sotto a dx, Clara Minissale)

Lunedì sera, a partire dalle 19.30, a Piano Stenditore prenderanno il via i laboratori di cucina. In ognuno saranno presenti: ai fornelli i quattro chef ospiti; il produttore del vino che sarà servito con la preparazione finale; Luigi Salvo, noto sommelier Ais e giudice di concorsi internazionali, che spiegherà l’abbinamento cibo-vino. Ogni laboratorio avrà la sua moderatrice. Scenderanno in campo: la giornalista professionista Clara Minissale,; la food specialist e coordinatrice della manifestazione, Valentina Vitale; il critico enogastronomico, Giulia Monteleone.

(Martina Caruso, una stella Michelin, del “Signum” di Salina)

Programma laboratori

19.30Pillole di Sole
Chef Giacomo Caravello del ristorante “Balìce” di Milazzo racconterà il sole e il sale nel piatto con il “Pesce marinato al sale bilanciato”.
In abbinamento: Grillo 2018 di Tenuta Bastonaca.

20.00Pillole di Sale
Chef Bonetta dell’Oglio con “Sale q.b.” racconterà della giusta dose nel suo piatto “Alaccia e Astrattu”.
In abbinamento: “Grecu di Livanti2018 (Nero d’Avola rosé) di Feudo Disisa.

20.30Pillole di Passione
Chef Marco Baglieri del ristorante “Crocifisso” di Noto racconterà “’U Sucu Fintu”.
In abbinamento: “Victorya2017 (Cerasuolo di Vittoria) di “Casa Grazia”.

21.00Pillole Insulari
Laboratorio “L’isola nell’isola” con la chef Martina Caruso, una stella Michelin del “Signum” di Salina. Con lei anche il biologo Carmelo Isgrò per dar vita ad un dialogo a due voci e quattro mani in cucina. Il piatto sarà “Sgombro bruciato, acciughe, pomodori, fichi e finocchietto”.
In abbinamento: “Terre Arse2003, Marsala Vergine secco di “Florio”.

Queste, invece, le cantine vinicole presenti in degustazione ai banchi di assaggio tra le 18.00 e le 24.00 di entrambi i giorni:
Terre di Gratia, Coppola 1971, Duca di Salaparuta Florio, Baglio di Pianetto, Curto, Feudo Disisa, Tenuta Bastonaca, Curatolo Arini, Fondo Antico, Abbazia Santa Anastasia, Casa Grazia, Patrì, Amari Siciliani.

I ticket per le degustazioni e per i laboratori potranno essere acquistati all’info point.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

9 + dieci =