Martedì 29 Settembre 2020

VIRIDIOR experience e Dragotto Farm: percorso alla scoperta dell’olio allo SciùRum di Palermo

https://www.orogastronomico.it/immagini_news/01-06-2020/viridior-experience-e-dragotto-farm-percorso-alla-scoperta-dellolio-allo-sciurum-di-palermo-600.jpg

PALERMO. VIRIDIOR experience, il nuovo olio extra vergine di oliva ottenuto da una speciale selezione di olive Nocellara del Belice IGP, coltivate nelle colline di Castelvetrano (TP), è stato il protagonista di un percorso di gusto dedicato ad esaltarne il sapero unico.

Lo SciùRum di Via Maqueda ha ospitato per una serata evento, i fratelli Dragotto, cinque fratelli un unico progetto comune: "Ritornare a fare agricoltura come ci hanno insegnato i nostri nonni". Nasce così Dragotto Farm.

VIRIDIOR: un gusto intenso dai toni erbacei

Da questa esigenza nasce nel 2016 la Dragotto Farm, 5 ettari di terreno nel mezzo della Valle del Belice. Le terre, non ereditate ma acquistate dai cinque fratelli, sono oggi vocate alla produzione agro-alimentare e alla coltivazione degli ulivi.

VIRIDIOR, dal latino “più verde”, è un olio fruttato, caratterizzato da toni erbacei. Possiede note caratteristiche, al pomodoro e al carciofo. Un gusto intenso capace di accompagnare piatti di pesce e carne.

[caption id="attachment_16042" align="alignnone" width="1024"] Marco Dragotto[/caption]

L'olio VIRIDIOR è stato il protagonista del percorso degustativo, il suo sapore unico ha esaltato ogni singolo piatto proposto.

 

Luca Dragotto, che si occupa del coordinamento di tutti i processi aziendali dalla terra, al frantoio, alla bottiglia, ha introdotto la serata dicendo: “L’evento prevede una degustazione di sette piatti di terra e di mare, la terra accompagna il mare. Ogni piatto è cotto o marinato col nostro olio”.

Da quanto lo producete?

“Lo produciamo da tre anni, - spiega Luca Dragotto - dopo due anni di prove questo è l’anno in cui siamo usciti nel mercato, si tratta di una Nocellara del Belice in purezza, IGP Sicilia e DOP valle del Belice molita col proto-reattore della Pieralisi.  La scelta delle olive non è casuale, sono selezionate in base al microclima della zona".

"Siamo ospiti degli amici di SciùRum – continua Dragotto - è la nostra presentazione della "viridior experience", questo modo di pensare la cucina con dell’olio che sostituisca di fatto i grassi animali. Questo è il nostro obiettivo. L’evento sarà itinerante per l’Italia.”

Avete già in programma altre tappe?

"Il secondo evento sarà a Milano e poi gireremo da maggio a settembre per la Sicilia. Il prossimo sicuramente sarà ad aprile, uno a maggio, e così via di mese in mese".

"Abbiamo una pagina facebook, - spiega -“Dragotto farm” e anche un sito che è al tempo stesso una rivista settimanale. Ad inaugurare la rivista col primo articolo è stato il professore Marrone, semiologo dell’Università di Palermo che si occupa di gusto”.

Non abbiamo ereditato una terra, - conclude Luca Dragotto - l’abbiamo comprata perché crediamo nel valore della terra, per noi fare olio è coltivare bellezza , per donare sapori siciliani e mediterranei insieme. Cerchiamo di far vivere un’esperienza come stasera. Il nostro obiettivo è eliminare i grassi naturali dalla cucina e immettere con prepotenza l’olio che in America è stato ormai qualificato come prodotto farmaceutico. Cerchiamo di consumare prodotti siciliani di qualità perché fanno bene alla nostra salute”.

VIRIDIOR experience: il menù della serata

Scampo crudo con spuma di cavolo verde, caviale Viridior.

Pera ripiena di gambero rosso su crema di riso al nero di seppia e cicchetto di Viridior.

Doppia consistenza di seppia in guazzetto di broccoli, carciofo fritto in Viridior. Bon bon di sarda glassato all'arancia.  

Sgombro in vaso cottura con nido di finocchio e ravanello appassito su polvere di Viridior.

Velo di Viridior, lattuga affumicata e aria di limone.

Tentacolo di polpo in olio cottura su purea di patate al limone.

Spuma di ricotta, crema inglese al sedano, terra di nero di seppia e gocce di Viridior.

Ogni piatto è stato impreziosito dall'olio Viridion: VIRIDIOR GRAND CRU: Il Viridior Grand Cru, è frutto di una località specifica – con le sue specifiche caratteristiche e peculiarità – e di specifici alberi. Un prodotto esclusivo e a tiratura limitata: poche selezionate bottiglie. VIRIDIOR, BLEND: Blending è l’arte della miscelazione tra varietà diverse di olive, e quindi di oli. Rispetto ad un olio monocultivar ha un gusto più armonico e rotondo, che risponde alle diverse esigenze di palato.

Or use your account on Blog

Error message here!

Hide Error message here!

Forgot your password?

Or register your new account on Blog

Error message here!

Error message here!

Hide Error message here!

Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.

Error message here!

Back to log-in

Close