Venerdì 25 Settembre 2020

Risotto all’arancia, provolone delle Madonie e crudo cotto di scampo

  • 12/03/2020 - 13:54
  • Ricette
  • Federica Terrana
https://www.orogastronomico.it/immagini_news/09-06-2020/risotto-allarancia-provolone-madonie-crudo-cotto-scampo-600.jpg
Porzioni 6
Difficoltà Media
Tempo Preparazione 30 Mins
Tempo Cottura 30 Mins
Tempo Totale 1 Hr


Vi proponiamo la ricetta di un primo piatto stellato firmato da Giuseppe Biuso, executive chef del Therasia Resort di Vulcano: Risotto all’arancia, provolone delle Madonie e crudo cotto di scampo. Buon appetito!    

 

INGREDIENTI

PER IL RISO 

320 g Riso Carnaroli 

Olio extra vergine di oliva 

Sale 

Parmigiano reggiano 

Olio allo scalogno 

6 Scampi 

PER LA FONDUTA DI PROVOLONE 

1 kg Provolone 

250 g Panna 

PER LA CREMA DI ARANCIA 

10 Arance 

PER IL CARPACCIO DI SCAMPI CRUDI 

6 Scampi

 

ISTRUZIONI

Per la fonduta di provolone: Tagliamo a pezzetti il provolone, aggiungiamo la panna e lasciamo sciogliere a bagnomaria facendo attenzione a non farlo separare. Una volta sciolto lo frulliamo e setacciamo, lo mettiamo in un policarbonato e facciamo rassodare in frigo.

Per la crema di arancia: laviamo e peliamo le arance ottenendo così delle zeste lunghe, le priviamo dalla polpa bianca e successivamente le sbollentiamo per almeno 5 volte in acqua. Spremiamo e filtriamo la restante parte delle arance e mettiamo a ridurre per 2/3. Frulliamo le zeste cotte con il succo precedentemente messo in riduzione.

Per il carpaccio di scampi: puliamo gli scampi privandolo dal suo carapace, tagliamo a coltello la polpa ottenendo così una tartare, stendiamo e appiattiamo tra due strati di pellicola così da formare un carpaccio. Mettiamo in abbattitore di temperatura e una volta abbattuto lo tagliamo con uno spelucchino a formare una foglia di circa 5 cm.

Per la cottura del risotto: Si imbiondisce un trito di scalogno con l’olio in una casseruola, poi uniamo il riso, un po’ di sale e iniziamo con la tostatura, in modo che assuma un aspetto quasi traslucido. Per capire quando la tostatura è sufficiente tenete la mano sopra la casseruola, con il dorso rivolto verso il riso. Quando sentirete la mano molto calda, significa che i chicchi sono tostati. Normalmente si bagna poi con vino bianco che si fa evaporare completamente, ma in questa ricetta ho preferito non usarlo essendoci la presenza dell’arancia. Iniziamo la cottura a fuoco medio alto, bagnamo il riso con brodo bollente, aggiungendolo gradatamente man mano che viene assorbito. Il risotto va mescolato pochissimo: toccando spesso i chicchi infatti si disperde l’amido, e la consistenza finale sarà molto più collosa. Terminata la cottura togliamo dal fuoco e uniamo gli scampi. Successivamente passiamo alla mantecatura, aggiungiamo la crema di provolone una manciata di Parmigiano grattugiato e mescoliamo molto bene con movimenti sia circolari che “a croce” per ottenere la classica cremosità tipica del risotto, non troppo liquido né troppo compatto.

Per l’impiattamento: Utilizziamo un piatto tondo bianco per far risaltare tutti i colori, con un biberon di crema di arancia formiamo un cerchio dove andremo ad adagiare il nostro carpaccio di scampi a forma di foglia, in modo da ricordare la forma di un’arancia. Al centro mettiamo una coppa pasta e due cucchiai di risotto.

 

 

Or use your account on Blog

Error message here!

Hide Error message here!

Forgot your password?

Or register your new account on Blog

Error message here!

Error message here!

Hide Error message here!

Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.

Error message here!

Back to log-in

Close