Martedì 29 Settembre 2020

Primo Premio Terre Sicane Wine Fest, miglior Nero d’Avola è il “Gibilmoro” 2017 di Di Prima

  • 31/08/2020 - 17:49
  • Wine&beer
  • Marcello Malta

CONTESSA ENTELLINA (PA). Era al debutto sebbene la seconda edizione, ma il “Premio Terre Sicane Wine Fest” ha riscosso un notevole successo durante l’omonima manifestazione che ha avuto luogo a Contessa Entellina (Pa) presso l’Abbazia Santa Maria del Bosco sabato 29 agosto.

L’evento, perfettamente contingentato secondo le direttive e le disposizioni del governo causa Covid-19, ha ospitato qualche centinaio di persone (la richiesta di partecipazione è andata ben oltre gli effettivi partecipanti) ed è stato promosso dal comune della cittadina palermitana, dalla Federazione delle Strade del Vino e dei Sapori di Sicilia, dalla Strada del Vino delle Terre Sicane.

Dicevamo della prima volta del Premio Terre Sicane Wine Fest. Ha coinvolto undici aziende tra le diciannove partecipanti ed ha visto protagonista il vino del vitigno per eccellenza di Sicilia, che ha molta diffusione in questo areale di collina: il Nero d’Avola. Tutti i campioni erano monovarietali, si presentavano “blindati” per evitare compromissioni dovute alla riconoscibilità di questa o di quell’altra etichetta ed hanno coinvolto espressioni di Nero d’Avola che andavano dall’ultima annata (2019) fino a coinvolgere una 2016.

Quattro i giudici giornalisti di settore e sommelier che si sono prestati al tasting sotto la guida di Luigi Salvo, giornalista enogastronomico e giudice internazionale di concorsi enologici: Valeria Lopis Rossi, Dario Costanzo, Fabio Cristaldi e Marcello Malta. Dopo un paio d’ore di attente analisi e raffronti di giudizi, con la media voto di ben 90/100 è risultato uno il vino vincitore della manifestazione. Si tratta del “Gibilmoro” 2017 Di Prima.

Le sue note degustative hanno conquistato all’unisono i giudici. Il vino è prodotto in circa 10 mila bottiglie. Sosta 20 giorni in macerazione pellicolare, compie una maturazione di 6 mesi in barriques e di 6 mesi in affinamento in bottiglia.
Bella la limpidezza del suo rosso rubino carico, ha espresso fedelmente le note di riconoscibilità del vitigno siciliano, manifestando note fruttate fresche di ciliegia, frutti di bosco e gelsi. Poi ancora rosa canina, vivide sensazioni speziate di pepe nero e minerali di grafite. Chiude una piacevole sensazione di boisé. Energico all’assaggio, i suoi aromi riproducono esattamente gli odori. Perfetta sinergia naso-bocca. Il suo tannino gentile e la buona acidità ne impreziosiscono la beva.
 

Or use your account on Blog

Error message here!

Hide Error message here!

Forgot your password?

Or register your new account on Blog

Error message here!

Error message here!

Hide Error message here!

Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.

Error message here!

Back to log-in

Close