Lunedì 26 Ottobre 2020

Palermo, un dolce tuffo nel passato nella storica fabbrica di Caramelle Terranova

PALERMO. Un goloso tuffo nel passato, quando la vita sapeva di spensieratezza ed era fatta di gesti semplici e genuini.
In una caramella trovavi tutto questo: un gesto piccolo in grado di riempirti di gioia.

Da 130 anni la storica fabbrica di Caramelle Terranova conosciuta anche per le sue caramelle alla carruba, si trova all'interno del quartiere Ballarò, in via Albergheria 87.
I maestri caramellai da cinque generazioni realizzano le famose caramelle, confetture e altri prodotti dolciari tipici siciliani seguendo la stessa ricetta con passione, cura e dedizione di una volta.
Giacomo Terranova mostra il laboratorio, le produzioni e i vari macchinari, ma guai a chiedergli i segreti che donano al prodotto il sapore genuino di una volta: "Sono segreti".

Terranova lavora affiancato da uno staff di parenti ed amici, che in quella fabbrica ci sono nati e cresciuti. Un sentimento di amore e passione che si avverte una volta varcata la porta di ingresso. 

I ricordi della tradizione hanno il sapore della carruba, anice, melograno, fico d’india, sesamo e miele (la “cubbàita’ in miniatura), delle caramelle al pistacchio per ricordare l’immancabile scaccio. Ma anche le note profumate del caramello dei tipici bomboloni, i colori del gelato di campagna, le mandorlate e i torroni. Nella fabbrica, che è anche punto vendita, si possono trovare anche delle nuove produzioni, frutto di ottimi accostamenti come le praline di cioccolato dell'Ecuador che avvolgono le nocciole tonde di Giffoni.

Delizie che potevano essere gustate ogni anno in occasione del Festino di Santa Rosalia, la padrona di Palermo, ma che a causa dell'emergenza Covid non si è celebrato.
Così, i maestri hanno voluto racchiudere i dolciumi in un Box da spedire a casa di tutti i nostalgici delle storiche bancarelle tipiche del 14 luglio al Foro Italico.

Nell'Azienda Terranova si pone grande attenzione al legame con le tradizioni della città, le materie prime, le tecniche di trasformazione, fino a tutto il processo produttivo di un prodotto commercializzato in tutto il mondo che porta in alto il nome della Sicilia. Per mantenere la genuinità Terranova preferisce mantenere il mercato di nicchia, rifiutando la grande distribuzione. 

Grande attenzione anche al packaging, che per questa speciale “spedizione nostalgica” ha affidato a Giorgio D’Amato, acquerellista palermitano, la realizzazione di un’illustrazione che ritrae Santa Rosalia sospesa su una corda mentre lancia rose su una strada circondata da bancarelle deserte. Il suo pubblico, anch’esso sospeso, segue il carro.
 

Or use your account on Blog

Error message here!

Hide Error message here!

Forgot your password?

Or register your new account on Blog

Error message here!

Error message here!

Hide Error message here!

Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.

Error message here!

Back to log-in

Close