Martedì 20 Ottobre 2020

Chef Billeci costretto a licenziare due dipendenti per la Ztl notturna

https://www.orogastronomico.it/immagini_news/09-06-2020/chef-gaetano-billeci-costretto-a-licenziare-due-dipendenti-per-le-ztl-notturna-600.jpg
PALERMO. “Le notizie delle ultime settimane sull’introduzione della Ztl notturna hanno causato una notevole contrazione degli affari e adesso che il provvedimento è definitivo ed entrerà in vigore, siamo costretti ad avviare il licenziamento di un dipendente e, nei prossimi giorni, dovremo licenziarne un altro”.Ad affermarlo sono lo chef patron del Ristorante Palazzo Branciforte in via Bara all’Olivella a Palermo, Gaetano Billeci e la sua socia Teresa Dawidowska, costretti a fare i conti con una diminuzione degli incassi dovuta a prenotazioni annullate ed eventi cancellati a causa della Ztl. “Poco importano le nostre rassicurazioni sul fatto che la Ztl notturna non sia ancora in vigore – aggiungono Billeci e socia -. Per i clienti è molto più facile eliminare un potenziale problema scegliendo un ristorante fuori dal centro storico. A nulla valgono anche le rassicurazioni che del pass ci occupiamo noi, con oneri aggiuntivi per l’azienda o che si possa parcheggiare poco distante. In questi ultimi mesi il calo di presenze è stato considerevole e siamo stati costretti a fare delle scelte per noi molto dolorose. Mandare via un dipendente oggi e un altro tra pochi giorni, per un’azienda che fino ad ora era stata sana ed in crescita, è comunque una sconfitta e la cosa che fa più male è che il calo non è imputabile a qualcosa che non va dentro al ristorante, quanto, piuttosto, a qualcosa che non funziona come dovrebbe fuori. In questo modo – continuano – noi non abbiamo più armi per difenderci”. “Quello che chiediamo all’Amministrazione comunale – conclude lo chef Billeci - è se abbia un senso pagare un prezzo così alto come il licenziamento dei dipendenti che, ne siamo certi, non sarà solo un fatto che riguarda noi ma anche molti altri locali nel centro storico che questo stesso centro storico hanno contribuito a far rinascere quando stava morendo perché nessuno voleva investirci. Non si può pensare di salvare una categoria – chi vive in centro storico - facendo andare a fondo un’altra – chi ci lavora”.  

Or use your account on Blog

Error message here!

Hide Error message here!

Forgot your password?

Or register your new account on Blog

Error message here!

Error message here!

Hide Error message here!

Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.

Error message here!

Back to log-in

Close