Lunedì 26 Ottobre 2020

Capodanno stellato a Vulcano, il menù dello chef Giuseppe Biuso

https://www.orogastronomico.it/immagini_news/09-06-2020/capodanno-stellato-a-vulcano-il-menu-dello-chef-giuseppe-biuso-600.jpg
VULCANO (ME). Mancano poche ore alla fine dell’anno ma c’è chi ancora non ha deciso come trascorrere l’ultima notte del 2019. Se cinque milioni e mezzo di italiani sceglieranno il cenone in ristorante, il resto è in cerca di idee culinarie innovative per il Capodanno. Ricordiamoci che l'ultima cena dell'anno sarà da esempio per quelle del prossimo e che è importante mantenere le aspettative alte. Se il budget che avete a disposizione non è altissimo ma volete ugualmente lasciare il segno, seguite i consigli dello chef palermitano Giuseppe Biuso, 1 stella Michelin, per cenare con gusto, anche nel giorno di San Silvestro. Ingrediente principale è la creatività, che non può assolutamente mancare a Capodanno. Dunque addio alle classiche e noiose tartine, panettoni gastronomici fatti e rifatti e cocktail di gamberi. Il menù proposto dallo chef Giuseppe Biuso del ristorante stellato “Il Cappero” di Vulcano (isole Eolie) si apre con due antipasti: il primo è un cuore di vitello, con frutto della passione, scampi, fiocchi di sale di Trapani e giuggiulena, seguito da “Capesante ai gelsi”, lo Zammù Tutone, gherigli di noci e scarola. Secondo ingrediente, come avrete già intuito, è la territorialità. La Sicilia, infatti, è presente in ogni portata: ecco a tal proposito lo Zammù, il sale di Trapani e il fagiolo badda di Polizzi Generosa, che è uno dei protagonisti del primo piatto intitolato “La Vongola casca proprio a fagiolo”. Oltre a questa varietà di fagiolo al sentore di rosmarino, il piatto è composto da anelletto risottato e vongole veraci. Anche il secondo piatto è un’esaltazione delle tipicità sicule: la proposta di Biuso è “L’Agnello” in doppia cottura, con riduzione al marsala, lenticchia di Ustica e mangia e bevi palermitano. Come concludere il cenone di fine anno se non con un dessert a base di yogurt, capperi di Salina e miele di ape nera siciliana? Un piacevole trionfo di sapori per chiudere al meglio il 2019. Credit foto: Alfio Scigliano

Or use your account on Blog

Error message here!

Hide Error message here!

Forgot your password?

Or register your new account on Blog

Error message here!

Error message here!

Hide Error message here!

Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.

Error message here!

Back to log-in

Close