Mercoledì 23 Settembre 2020

Alessandro Bergamo alla finale europea del Bocuse d’Or a Tallin

https://www.orogastronomico.it/immagini_news/09-06-2020/alessandro-bergamo-alla-finale-europea-del-bocuse-dor-a-tallin-il-prossimo-maggio-600.jpg
MILANO. Alessandro Bergamo, sous chef del Ristorante Cracco, già finalista della regione Italia e Sud Est Europa di S.Pellegrino Young Chef, è il candidato italiano che si aggiudica un posto alla finale europea del premio Bocuse d’Or che si terrà a Tallin, in Estonia, il 27 e 28 maggio. "Seguo il Bocuse d'Or da anni. Prenderne parte è sempre stato un obiettivo - ha dichiarato il giovane chef - Conquistare un posto alla finale europea è un sogno che si avvera.” Alessandro Bergamo ha concorso con Terrina di sgombro con salsa all'aceto di scalogno e aneto, purea di carciofo e Cynar, tartelletta, broccolo e nasturzio, raviolo di rapa, patata e frutto della passione (pesce) e con Coniglio, Sfogliatella di rapa agli agrumi con semi di senape fermentati, salsiccia di Bra, mela e rapa al Martini, tartelletta topinambur e caffè, rillette di coniglio in sfoglia di patate e semolino (carne). Bergamo - in gara con Francesco Tanese, commis, e Lorenzo Alessio, coach - ha conquistato la giuria riunita ad Alba ottenendo il miglior risultato in competizione con i finalisti Andrea Del Villano, attualmente in forza al Relais Jardin Aviation, e Marialuisa Lovari, chef de Il Verreno Resort Cucina Donnaluisa di Ambra, in provincia di Arezzo. I concorrenti della selezione italiana del Bocuse d'Or hanno affrontato due prove: il vassoio di carne e il piatto di pesce, per la cui realizzazione avevano l'obbligo di usare quattro ingredienti principali imposti dal concorso. Per preparare il vassoio della carne, dovevano utilizzare il coniglio grigio di Carmagnola e la salsiccia di Bra, entrambi presìdi Slow Food, mentre per il piatto di pesce gli ingredienti obbligatori erano lo sgombro del Mediterraneo e il carciofo di Sicilia. Il vassoio di carne, da preparare per 10 persone, doveva includere almeno tre guarnizioni vegetali, mentre il piatto di pesce, per 8 persone, prevedeva l’accompagnamento di almeno 3 guarnizioni comprensive del carciofo. A tutti i candidati, inoltre, è stato chiesto di caratterizzare i piatti preparati per la gara con ingredienti e prodotti del territorio d'origine.  

Or use your account on Blog

Error message here!

Hide Error message here!

Forgot your password?

Or register your new account on Blog

Error message here!

Error message here!

Hide Error message here!

Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.

Error message here!

Back to log-in

Close