News ed eventi

Numeri record al Verdello Fest 2019: otre 65 mila partecipanti in quattro giorni a Bagheria

single image

BAGHERIA (PA). La terza edizione del Verdello Fest registra numeri record: ben 65 mila presenze in quattro giorni a Bagheria. Svoltasi dal 2 al 5 agosto al Village in corso Umberto I, la manifestazione rappresenta un’importante ricaduta economica sulla città di Bagheria e sul suo indotto.Il Verdello Fest è promosso dall’associazione La Piana d’Oro, dalla Pro Loco “Bagheria Città delle Ville” e dalla Confraternita Patriarca San Giuseppe, con il patrocinio dell’assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, dell’Assemblea Regionale Siciliana, del comune di Bagheria e con il sostegno del consorzio APO Sicilia.

Numeri record al Verdello Fest

L’edizione 2019 con il suo ricco programma di eventi ha esaltato in tutte le sue sfaccettature l’eccellenza del limone Verdello che oggi torna a rappresentare una fondamentale fonte di reddito per gli agricoltori, gli operatori della filiera agrumicola e il comparto turistico.I visitatori hanno potuto assaporare le delizie proposte dagli operatori della gelateria, con un gelato al Limone Verdello, dei fornai con prodotti da forno al Limone Verdello e del cibo da strada (lo sfincione bianco di Bagheria, i coppi di frittura con  verdure e di mare, pane e panelle, pane con milza, focaccia con ricotta, arancina bomba al limone, panino con mortadella e porchetta, panino con hamburger per i più giovani, pani cunsatu, pizza agli aromi del limone verdello, caponata di melenzane, tabulè  etc….).

Non sono mancati i momenti di intrattenimento e divertimento per adulti e bambini, improntati al recupero delle tradizioni popolari locali e siciliane.

Importanti i momenti di confronto che hanno visto attorno al tavolo esperti del settore, operatori dei comparti produttivi interessati e istituzioni. Insieme si confrontati, nella splendida Villa Palagonia, per definire la strategia di tutela delle produzioni tipiche del territorio, il Limone Verdello e lo Sfincione Bianco, secondo i principi e i valori di sostenibilità etica dell’associazione.

Tra i presenti Filippo Tripoli, Sindaco di Bagheria, Mario Indovina, componente del Consiglio Nazionale  e  del Comitato Esecutivo Regionale Slow Food, Laura Elici, fiduciaria della Condotta slow-food di Palermo,  Antonio Fricano, presidente del consorzio Apo Sicilia, Pietro Miosi, responsabile del marketing agroalimentare dell’Assessorato regionale dell’Agricoltura, Salvatore Tosi, Direttore tecnico del Gal Metropoli Est, Mario Liberto, giornalista, scrittore e storico della cultura gastronomica siciliana, Michele Balistreri, presidente dell’associazione “La Piana d’Oro”, Adalberto Catanzaro, vice presidente La Piana d’Oro e responsabile sezione Slow Food Bagheria.

Nel corso della manifestazione il sindaco Tripoli ha proposto la candidatura di Bagheria a “Città del gusto e capitale del turismo enogastronomico”.

Inoltre è stata annuciata l’approvazione, da parte del Comitato esecutivo internazionale, della “Sezione dei panificatori dello sfincione bianco di Bagheria” formata, al momento, da Maurizio Valenti, Massimo Scaduto, Gianpiero Pecoraro, Carlo Conti, Vita Gagliano, Gaetano Morici.

“Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto – hanno detto Michele Balistreri ed Adalberto Catanzaro de La Piana d’Oro . Le novità apportate in questa terza edizione e il conseguente incremento della proposta enogastronomica hanno prodotto un altissimo gradimento da parte del pubblico. Grande partecipazione da parte dei cittadini di Bagheria, ma la manifestazione è stata visitata anche da persone provenienti da tutta la Sicilia e non solo. Abbiamo registrato un grande afflusso turistico”.

Il Verdello Fest si è concluso con la serata di gala “Slow Food” coordinata dallo chef Claudio Oliveri del ristorante “I Sapori di Donna Concetta”, da Rosellina Mantini dell’associazione Altura e di Paolo Fontana della Sagrim Electrolux.

Ai fornelli gli chef: Fabio Potenzano volto noto della trasmissione televisiva “Detto Fatto” e titolare del ristorante/pizzeria “Tutti a Tavola”, Mirko Sciacca (Bitta Ristrò), Salvatore Campagna (Secondo Tempo), Giovanni Lo Monaco (Lo Monaco Altra Cucina), Rosario Sarro (Bariot) e Antonio Sciortino (Colapisci).

I piatti sono stati abbinati ai vini delle cantine: Gorghi Tordi, Barone Serramarrocco, Miceli.

Tolte le spese, parte del ricavato della serata sarà devoluto per sostenere diverse associazioni ed eventi benefici: l’associazione comunità marinara di Aspra per il rifacimento delle prue latine e l’associazione pro-handicap di Bagheria. Inoltre, verrà organizzato un pranzo di beneficenza in collaborazione con le parrocchie San Pietro e Madonna del Carmelo di Bagheria.

Le donazioni sono state fatte da Altura, Claudio Oliveri e Paolo Fontana.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

due × 2 =