News ed eventi

Marina del Nettuno: il bilancio 2019, nuovo menù e progetti futuri dello chef Caliri

single image

MESSINA. E’ orgoglioso del lavoro svolto e dei successi ottenuti. Del 2019 si porta un ricco bagaglio di esperienze e importanti punti di riflessione anche dal forte valore umano, grazie alla vicinanza con il Centro clinico Nemo Sud.

L’Ambasciatore del Gusto, lo chef Pasquale Caliri come ogni anno in un pranzo con la stampa al Marina del Nettuno Yachting Club Messina, dove è Resident chef da ben cinque anni, assieme al presidente della Comet Ivo Blandina traccia il bilancio dell’anno appena passato, presenta le novità lavorative e alcuni dei nuovi piatti del menù.Il Marina del Nettuno è l’unica presenza in città ad essere insignita del simbolo del Piatto Michelin e new entry nella guida de L’Espresso grazie all’estro, alla tecnica e alla passione di chi racconta attraverso i suoi piatti un territorio. Lo chef Caliri da cinque anni ha cambiato marcia e ha spinto sull’acceleratore.

Ingredienti essenziali, di ottima qualità, ben combinati fra loro per valorizzare e divulgare un territorio. “Quest’anno – ha affermato Pasquale Caliri – abbiamo accelerato sul concetto di valore. Valore nella costruzione di un percorso individuale sempre più rispettoso eticamente del cibarsi in senso lato, e valore interno a tutto quello che comunque intorno al food impatta socialmente”.

Un 2019 ricco di attività, nel corso del quale Caliri e gli altri Ambasciatori del Gusto Francesco Arena e Lillo Freni hanno ribadito la loro missione di impegno nella divulgazione, promozione e valorizzazione di un territorio tenendo i focus sul cibo.

Tra le loro attività: la cena al buio con l’associazione Italiana Ciechi per abbattere le barriere comunicative. Ed ancora le iniziative a sostegno di campagne come la Fibrosi Cistica e Nemo Sud.

Il menù per la stampa

Zuppa ai funghi porcini con panna acida al cardamomo e tapioca croccante;Involtino con trippetta di baccalà, baccalà mantecato e gambero rosso di Mazara, cime di rapa croccanti, maionese con lardo di colonnata;Uovo cotto a bassa temperatura con uova di caviale e salmone su spuma di ricotta con acqua di mare e bottarga di tonno, focaccina venezuelana con farina di mais;Spaghetti di carruba con ricci di mare e spuma al prezzemolo su ricotta aromatizzata al limone;Trancio di ricciola con sedano rapa, polvere di orzo, emulsione all’aglio nero e maionese di limone;Triglia con cavolo verza scottato, mollica atturrata, foie gras vegetale;Spuma di tiramisù, polvere di cacao e caviale al caffè, pan di spezie e granita al caffè.

 

 

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

sedici + 3 =