Itinerari di gusto

Torna “Scirocco Wine Fest”: a Gibellina quattro giorni tra vino e culture mediterranee

single image

GIBELLINA (Tp). Torna Scirocco Wine Fest. Vino e cibo, si sa, sono da sempre strumento di unione tra popoli e tra culture diverse. Una vera e propria componente valoriale che per quattro giorni consecutivi, da giovedì 27 a domenica 30 giugno, esprimerà la naturale essenza dei popoli che abbracciano il Mediterraneo. È proprio su questo principio, infatti, che sarà interamente imperniata la terza edizione di Scirocco Wine Fest, rassegna promossa a Gibellina (Tp) dal gruppo Cantine Ermes – Tenute Orestiadi, una delle realtà più rappresentative tra le aziende vitivinicole in Sicilia, in collaborazione con l’agenzia di comunicazione palermitana Feedback.

Sette i Paesi del Mediterraneo partecipanti

Plurime le iniziative della manifestazione: degustazioni di vini di sette nazionalità diverse, di specialità gastronomiche ovviamente mediterranee, masterclass, sfide di cucina, cooking-show, spettacoli, incontri culturali. Arte e cultura, ma soprattutto “dialogo” ed “apertura”, saranno il filo rosso di questa kermesse in un territorio emblematico colpito dal terremoto del 1968, come quello di Gibellina e dell’intero Belice, oggi simbolo di rinascita.

E sarà proprio lo Scirocco, vento caldo che soffia da Sud-Est e che lambisce il Mediterraneo, il paradigma che si traduce in “unione di popoli”, “aggregazione”, “diversità”, “cultura”.

Di Maria, Cantine Ermes:
Vino potere aggregante tra i popoli

«Il progetto – spiega Rosario Di Maria (in foto sopra), presidente Cantine Ermes – Tenute Orestiadicon la volontà di proseguire sul percorso di cultura e dialogo tracciato da Ludovico Corrao (ex sindaco di Gibellina, ndr), ma in un’ottica nuova, coerente con l’identità aziendale, composta dal legame con la nostra terra e dal vino. Abbiamo, dunque, realizzato un festival incentrato sul vino, vissuto come filo conduttore tra i Paesi del Mediterraneo, accomunati dallo Scirocco, con l’obiettivo finale di mantenere Gibellina centro culturale a livello internazionale e di valorizzare un prodotto dall’incredibile potere aggregante: il vino».

Sette i Paesi ospiti di Scirocco: Francia, Grecia, Italia, Malta, Spagna, Tunisia e Turchia. Ogni sera, quindi, ci sarà la possibilità di degustare i vini di territori differenti, in abbinamento a tante specialità mediterranee che saranno a cura di Sanlorenzo Mercato.

«Il cibo aggrega i popoli – spiega Gaetano Lombardo dell’area comunicazione del “Sanlorenzo”. A volte una “panella” può raccontare molto di più di quanto possa esprimere un monumento».

Del vino profumi e sentori non avranno misteri: dal venerdì alla domenica, infatti, i wine-tasting saranno a cura di Fabrizio Carrera e di Federico Latteri di Cronache di Gusto.

Anche cooking-show e ricette “stellate”

All’ordine del programma di Scirocco Wine Fest anche cooking-show, le ricette di chef stellati siciliani come Vincenzo Candiano (due stelle Michelin) del ristorante La Locanda di Don Serafino di Ragusa Ibla, e Natale Giunta, ospite fisso della trasmissione “La Prova del Cuoco“. Tutti gli appuntamenti saranno condotti da Federico Quaranta, sommelier e volto noto di RaiUno.

«Gibellina, luogo d’arte e cultura – sostiene Salvatore Sutera (in foto sopra)sindaco di Gibellinaè la cornice adatta ad ospitare una rassegna come questa che vuole essere l’occasione per scoprire questo meraviglioso territorio».

Non mancheranno
momenti di arte e cultura

Porte aperte tutti i giorni alla Fondazione Orestiadi, al Museo delle Trame Mediterranee, dove saranno allestite fino al 21 luglio le mostre di Rachid Koraichi e di Dan Iroaie e l’installazione Suvenir di Francesco Impellizzeri, la Cantina Tenute Orestiadi e il suo Barriques museum.

Spazio anche a due appuntamenti con scrittori e poeti del Mediterraneo: venerdì 28 la presentazione del libro di Maria Attanasio “La ragazza di Marsiglia” (Sellerio) con Felice Cavallaro, e sabato 29 l’incontro con Francesca M. Corrao e Aldo Gerbino che presenteranno il libro “In guerra non mi cercate” (Le Monnier) a cura di Oriana Capezio, Elena Chiti, Francesca M. Corrao, Simone Sibilio.

Un percorso di spettacoli originali, dedicato alle culture del Mediterraneo, animerà le serate dell’evento. Si comincia giovedì 27 giugno con “In vino veritas”: sette storie, sette vini, sette paesi per raccontare il Mediterraneo, una degustazione-spettacolo con la partecipazione di Marcello Mordino (in foto sopra), letture di Silvia Ajelli e musiche eseguite dal vivo da Chris Obehi, Dario Sulis e Francesco Cusumano; al termine lo spettacolo di Roberto Lipari.

Venerdì 28 protagoniste le sonorità del Mare Nostrum interpretate da tre cantautori: Eugenio Bennato, Mario Incudine e Alessio Bondì. Sabato 29 va in scena la “Festa tra cielo e terra: libiamo ne’ lieti calici“, una parata-spettacolo tra musica, fuoco e acrobazie con la regia di Alfio Scuderi (in foto sopra): la danza del fuoco di Cinzia Cona, le coreografie aeree di Vera Mormino con la partecipazione musicale di La Bottega delle Percussioni di Santo Vitale e gli Akkura. Domenica 30 gran finale con Cesare Bocci e Paola Turci, ospiti del premio Stella della Pace – Ludovico Corrao, organizzato dal Comune di Gibellina.

Info e programma completo su www.sciroccowinefest.it/programma.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

1 × 2 =