Itinerari di gusto

TEN –Terrasini Event Night: raccolti 47mila euro per Amici Onlus – le foto della serata

single image

TERRASINI (PA). Il piacere di iniziare una serata al tramonto guardando al mare e assaporando piatti ricercati in ottima compagnia avvolti da un’atmosfera elegante, rilassante, sui generis. La musica e i profumi hanno reso la cornice ancora più suggestiva.

E’ la sintesi della serata di gala del TEN –Terrasini Event Night svoltasi al Sea Club di Terrasini (PA). Giunta alla seconda edizione, l’evento è nato da un’idea di Giuseppe Costa, chef e patron del ristorante 1 stella Michelin “Il Bavaglino” di Terrasini.

"/

Quest’anno l’evento esclusivo ha visto la presenza di chef stellate provenienti da tutta Italia, cantine di donne protagoniste della vitivinicoltura siciliana, eccellenze del territorio con un solo fine: la beneficenza.

Alla serata hanno preso parte più di 250 ospiti che hanno testimoniato un messaggio di solidarietà non indifferente: tra biglietti acquistati e le donazioni dei partner, sono stati raccolti 47mila euro che sono stati donati all’Associazione A.M.I.C.I. Onlus, charity partner della manifestazione.

ten-terrasini event night-amici onlus-sea club terrasini

Di grande impatto la location, il Sea Club di Terrasini di Vittorio Emanuele Orlando che ha da subito rapito gli ospiti con un aperitivo di fronte ad un tramonto sul mare dai colori indimenticabili mentre il Circ’Opificio ha intrattenuto gli ospiti in vari momenti della serata con suggestive performance in cui i principali elementi della natura, acqua, fuoco e aria, sono stati i protagonisti.
Una piacevole serata d’estate, dunque, in un luogo magico circondato dal verde che ha fatto da sfondo ad una cena tra le postazioni illuminate delle chef stellate e non solo.

ten-terrasini event night-amici onlus-sea club terrasini

I piatti di TEN

Giuseppe Costa: Pane e ricci; Tartare di manzo, limone e sedano croccante; Bellini piccante Martina Caruso (ristorante “Signum”, 1 stella Michelin – Salina ME): Alici in carpione, capperi canditi e salicornia Maria Cicorella (ristorante “Pashà”, 1 stella Michelin – Conversano BA): Orecchiette al ragù crudo Iside De Cesare (ristorante “La Parolina”, 1 stelle Michelin – Acquapendente VT): Caviale di Onano Patrizia Di Benedetto (ristorante “Bye Bye Blues”, 1 stella Michelin – Palermo): Ikebana di melanzana e sgombro marinato Giuliana Germiniasi (ristorante “Capriccio”, 1 stella Michelin – Manerba del Garda BS): Polpo, crema di patate acida e capperi Rosanna Marziale (ristorante “Le Colonne”, 1 stella Michelin – Caserta): Stracotto di bufalo, polvere di capperi, pomodorino confit Maria Probst (ristorante “La tenda rossa”, 1 stella Michelin – Cerbaia FI): Bombette piccanti di cinta senese, asparagi, cucunci e salsa di latte Antonella Ricci (ristorante “Al fornello – Da Ricci”, 1 stella Michelin – Ceglie Messapica BR): Manate rosse con alacce, burrata e fagiolini Edvige Simoncelli (pastry chef del ristorante “Idylio by Apreda” – Roma): Meringa e cucunci, mela verde e sedano
Insieme a loro, anche lo chef Flavio Mannoia (ristorante “Sea Club”) che ha preparato una bruschetta al contrario con ricotta alla brace, zucchina e menta e la frittella al dulce de leche con cremoso di anguria e gelsomino e il maestro gelatiere Peppe Cuti (“Il Gelatone” – Palermo) col suo gelato estemporaneo allo zammù.

Come sottofondo della serata la musica del duo musicale composto da Chiara Minaldi e Fabrizio Francoforte.

“Anche quest’anno è stato un grande successo – commenta lo chef Giuseppe Costa – grazie, innanzitutto, al pubblico intervenuto alla serata ma naturalmente niente sarebbe stato possibile senza l’entusiastica partecipazione dei partner tutti, delle cantine, dei produttori e, soprattutto, dei nostri supporter che, chi attraverso donazioni economiche, chi attraverso la fornitura gratuita di servizi, hanno fatto sì che anche quest’anno la festa risultasse indimenticabile. Un particolare ringraziamento lo devo alle chef accorse da tutt’Italia che da subito hanno fatto loro il progetto abbracciandolo con entusiasmo. Se la gioia e la bellezza del lavoro dell’intero staff è stata percepita da tutti i partecipanti, per noi è già una grande soddisfazione. Ma poiché quest’anno siamo riusciti a raccogliere ancora più fondi rispetto alla prima edizione, ciò non potrà che esserci da sprone per quella del 2020”.

Grande soddisfazione anche da parte dell’A.M.I.C.I. Onlus, espressa attraverso la presidente e responsabile legale dell’associazione, Enrica Previtali: “Siamo stati accolti dalla bellezza del luogo, dall’eccellenza delle chef che hanno accettato l’invito di Giuseppe Costa e dalla solidarietà di tante persone che ci hanno manifestato affetto e che ci hanno sostenuto col loro entusiasmo, partecipando ad una serata indimenticabile. Esprimiamo gratitudine a nome della comunità dei pazienti che
rappresentiamo e che sosterremo con un impegno concreto sul territorio, attraverso la valorizzazione della rete di cura siciliana delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali”.

L’Associazione nazionale AMICI onlus, con sedi in 15 regioni, è costituita da persone affette da Colite Ulcerosa o Malattia di Crohn e dai loro familiari. Comitati di medici specialisti affiancano l’associazione sulle tematiche medico sociali e coordinano le iniziative di studio e di Ricerca a carattere più strettamente medicoscientifico.

L’associazione intende garantire l’inserimento nell’ambito familiare e sociale più sereno possibile dei pazienti cronici, la cui condizione è poco conosciuta sia dall’opinione pubblica che dalle Istituzioni.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

sedici − 11 =