Itinerari di gusto

Il pane cunzato di Scopello: la Sicilia in un pezzo di pane

single image

SCOPELLO (TP). Spesso le cose semplici sono le migliori, tra questo il pane cunzato di Scopello. Una vera e propria prelibatezza per il palato. Un concentrato di Sicilia in un solo pezzo di pane con all’interno materie prime semplici ed essenziali.

Scopello è una frazione di Castellamare del Golfo che conta non più di 100 residenti ed ubicata a pochissima distanza dalla splendida Riserva Naturale dello Zinagaro. Ed è in questa piccolissima frazione che si conservano antichi forni dove degustarne le specialità.

Impossibile andare a Scopello, soprattutto durante la stagione estiva, e non fermarsi a mangiare un pezzo di pane cunzato e perché no, portarselo in spiaggia per addentarlo tra un bagno e l’altro.

Pochissimi ingredienti compongono il panino farcito della tipica tradizione di Scopello: pane, acciughe, primo sale, pomodoro, olio, sale, origano e pepe.

Direte voi: “posso farmelo tranquillamente a casa, perché arrivare a Scopello?”  Perché non sarà mai lo stesso.

Anzitutto la morbidezza del pane cotto rigorosamente a legna. Pane lievitato naturalmente, completamente diverso da quello che siamo soliti mangiare. A questo deve aggiungersi  la freschezza del pomodoro, la qualità ed il profumo dell’olio, la sapidità delle acciughe e la bontà del formaggio… non saranno sicuramente gli stessi ingredienti che troverete a casa. In fondo, ci sarà un motivo se il pane cunzato è così famoso! Provare per credere.

Alla perfezione e all’equilibrio degli ingredienti, deve aggiungersi la quiete del paesino, l’antica tradizione del forno a legna, gli alberi di fico che ti riparano dal sole cocente mentre ti accingi ad addentarlo, la brezza del mare.

Insieme al pane cunzato, potrete anche assaggiare un ottimo sfincione e delle panelline appena fritte.

Se volete cimentarvi nel prepararlo in casa, nel tentativo di riprodurlo ecco il procedimento:

Ancor prima di iniziare la preparazione, consigliamo di riscaldare il pane nel forno per qualche minuto. Nel frattempo, lavate i pomodori per bene e tagliateli a rondelle sottili così come il primo sale. Prendete il filone di pane ancora caldo dal forno, tagliatelo e senza esitazione cospargetelo di origano, sale, pepe ed olio extravergine d’oliva (non siate timidi), Aggiungete i pomodori e le fettine di formaggio e adagiate i filetti di acciuga sgocciolati. Richiudete il tutto e pressate con il palmo della mano il pane così da far amalgamare bene i sapori. A questo punto, addentatelo finché è caldo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

quindici + 18 =