Curiosità

Peppino Lopez presenta “Sicilia Mia, Natura”, la nuova caspule collection del designer ragusano

single image

RAGUSA. Un omaggio alla sua Sicilia, a quell’immenso territorio che è insieme patrimonio naturale e culturale, che nell’esaltazione della forma, pura ed essenziale, intende rinnovare un appello anche alla custodia, alla salvaguardia di ciò che nei secoli l’incuria dell’uomo ha contaminato, modificato e distrutto.

Questo il leit motiv della nuova collezione di piatti “Sicilia Mia Natura” del designer ragusano Peppino Lopez, una capsule collection, composta da quattro serie: Brezza Marina, Ceppo, Lava,  Radici.

E’ la Sicilia che è insieme mare, terra, fuoco e aria, come i quattro elementi naturali, foggiata con mani sapienti e generose, utilizzando a supporto solo elementi raccolti da un sottobosco che ha l’odore del legno bagnato di rugiada, dalle lingue di fuoco che rugano i fianchi del vulcano più alto d’Europa, dalla battigia di una spiaggia, disegnata dalle maree. Una Sicilia che è anche memoria e storia, che affonda le sue radici nelle tante sovrapposizioni di usi, tradizioni e contaminazioni culturali dei popoli che l’hanno abitata.

Sono 16 piatti – scultura quelli di Lopez (quattro per ogni serie) contraddistinti dalla forza del segno che rievoca immagini intimamente legati alla terra di Sicilia. Sono pezzi unici, forgiati a mano, senza l’ausilio stampi, dove l’imperfezione è voluta ed è caratteristica intrinseca di ogni singolo oggetto, lontano dal senso di produzione industriale; sono sono piccole opere d’arte artigianali lasciate volutamente bianche e  “pure” per esaltare con semplicità quell’ eleganza propria della perfezione di Madre Natura.

La serie Brezza Marina nasce dal ricordo d’infanzia della bianca schiuma delle onde di tempesta sulla costa sabbiosa e ritrova nelle fitte increspature il segno di quei ciottoli di mare, appena levigati dalle onde, lisci, dalla forma regolare ovale, impugnati da Lopez per modellare la materia prima con grande maestria.

La serie Ceppo è invece l’omaggio alla terra con cerchi irregolarmente concentrici, realizzati con un semplice ramo di albero, che rievocano le energie vitali, quelle da cui tutto nasce e si trasforma.

La serie Lava è tutta dedicata alla “Montagna”, che sa essere tanto generosa quanto impietosa, e lancia un monito, quasi a voler ricordare l’impotenza umana di fronte a Madre Natura, che sa dare e togliere.  Ecco spiegati i tratti più potenti, forti e ruvidi di questi piatti realizzati con l’ausilio di pietre di lava raffreddata.

E infine, Radici, l’elemento più immateriale della collezione, che esprime la forza tangibile del libero arbitrio. Le linee, realizzate a mano, rievocano le diramazioni arboree che legano, saldano e riportano l’uomo alla sua centralità e alla sua capacita di discernimento.

Collezioni al limite tra artigianato e design dove l’attenzione per il dettaglio non è più rivolta al decorativismo lezioso quanto alla poetica dell’arte manuale.

Da semplice oggetto il piatto diventa quindi protagonista della tavola: che esalta l’aspetto di ciò che viene servito, al ristorante come a casa propria. Un piatto inteso non solo come oggetto (contenitore) bensì come prodotto di design capace di veicolare un messaggio di denuncia e di riflessione) ma anche, abbinato al cibo, narrare atmosfere e rievocare immagini.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

12 + diciotto =