Food People

Il maestro Giuliano lancia “Monocromie… chiaro e scuro in cucina”

PALERMO. Ricerca dell’essenziale, nel gusto e nell’estetica. Consapevolezza del potere del colore. Potenza che stimola i cinque sensi e “tocca” a livello emotivo. In tutto questo e molto di più consiste il pensiero di “Monocromie… chiaro e scuro”, nuova filosofia della ristorazione attuata dal Maestro di cucina Giuseppe Giuliano.

Si tratta di un nuovo modo di fare cucina sul quale il Maestro lavora da anni, che prevede che ogni piatto, o addirittura un intero menù, possa essere abbinabile ad un colore declinato in molteplici varietà cromatiche chiaro scure che si trasformano in un “buon ricordo”. Un effetto sorprendente e seducente in grado di soddisfare tutte le attività sensoriali del cliente.

Le idee e i lavori del Maestro Giuliano saranno esposti al pubblico presso l’Aula Magna dell’Ipsseoa Pietro Piazza (Corso dei Mille, 181 – Palermo) giorno 2 maggio a partire dalle ore 9,30. Alla conferenza saranno presenti il Presidente dell’Associazione provinciale Cuochi e Pasticceri Palermo, Chef Giacomo Perna e l’Avvocato Davide Maniscalco che  illustreranno per il Maestro Giuliano, assente per infortunio, il pensiero e la filosofia gastronomica “Monocromia… Chiaro Scuro” già pubblicata in una rubrica a firma dell’autore sul numero di Marzo e Aprile 2019 all’interno della nota rivista di settore “Pasticceria internazionale”.

Un cammino, quello verso la monocromia, che prende spunto dall’osservazione della natura e dei suoi prodotti e che passa attraverso la conoscenza profonda delle materie prime da lavorare. Alla fine il risultato è straordinario: “Le preparazioni, – spiega il  Maestro Giuliano – diventano sempre più intriganti, come se nascesse una complicità con gli ingredienti, un gioco meraviglioso che ti coinvolge sempre di più, che ti sprona a conoscere più a fondo le qualità del prodotto che stai lavorando e, perché no, talvolta anche a cercare di osare per poi alla fine godere di un momento di totale appagamento sensoriale”.

Condividi su:

Leave a Response

19 − 8 =